COMELLI FABIO

Figlio di mestiere, la mia storia è sempre stata impregnata d’arte, fin da quando mi sono diplomato all’Istituto Statale d’Arte G. Sello di Udine nel 1996, dopo il quale sono stato accettato dalla “Scuola di Arti e Mestieri” di Vicenza. Grazie anche ad un periodo di studi a Madrid e mai sazio di imparare, mi sono poi specializzato in incisione ed incastonatura, modellistica e design del gioiello.
Tra un concorso artistico e l’altro, ho nel frattempo avuto l’occasione di lavorare presso l’azienda artigiana Bertapelle e Carlesso, una delle ultime ditte artigianali di incisione ormai rimaste.
Dato che ancora non mi bastava, allora ho cercato svariate collaborazioni con aziende del comparato orafo vicentino, per le quali ho spesso creato nuove linee di gioielleria.
Parallelamente, ho sempre lavorato accanto a mio padre, Ivano, Maestro dello Sbalzo, con il quale, nel 2004, decisi di evolvere il laboratorio artigianale per renderlo un vero e proprio Studio Artistico.
Questa scelta nasceva dalla nostra determinazione di forgiare pezzi unici che unissero pittura, oreficeria, alchimie fabbrili e lavorazioni antiche, ormai quasi dimenticate. Così da creare pezzi personalizzati, assolutamente irripetibili, perchè ispirati non solo da progetti, ma da situazioni, esperienze, sogni ed amori.
Nella mia evoluzione, continuo a testare e mescolare Mestieri e materiali, spesso usando la pittura come arricchimento. Sono in costante ricerca di nuove forme, usandole come pretesto per riscoprire antiche tecniche di lavorazione e finitura, che danno alle mie opere un’anima artistica e una riconoscibilità inequivocabile.
La mia pittura segue un percorso parallelo, simile e allo stesso tempo con una vita propia; gli acrilici divergono sugli olii oppure sugli ossidi, le tele possono essere metallo o legno, mentre le tinte si fanno accese ed il tratto deciso.

 

COMELLI IVANO

Nato nel 1946 a Nimis, a 17 anni mio padre Ivano decide di trasferirsi a Zurigo, dove lavora come fresatore ed alesatore e si specializza in meccanica di alta precisione. Collabora con diversi ingegneri presso una ditta di brevetti, per poi passare in un’azienda dove si costruivano armi e contraeree. Rientrato nel nostro Friuli dopo 15 anni, realizza il progetto che coltivava da anni, mettendosi in proprio. Da allora si dedica allo sbalzo e alla cesellatura dei metalli ed è specializzato nella doratura su metallo; collabora con la scuola di Venezia Centro Europeo. Grazie all’enorme esperienza acquisita, nel corso degli anni è stato in grado di soddisfare le esigenze di tutti i professionisti, architetti, ingegneri, designers…Europei ed Americani che a lui si sono rivolti per rendere concrete le loro idee. La collaborazione con le Belle Arti, sia di Trieste che di Venezia, gli hanno dato modo di realizzare le sue opere per le più antiche chiese di Venezia, recentemente restaurate e nella nostra regione per il Duomo di Venzone e Buttrio. Dal K2 alle grandi navi da crociera, da Francoforte all’Australia, dall’Argentina al Canada, si possono trovare un po’ ovunque le sue opere, pezzi di Friuli in tutto il mondo.